Brexit: come viaggeremo?

Ormai è sicuro: dal 1 gennaio 2021 la Gran Bretagna ha ufficialmente concluso il percorso per uscire dalla Comunità Europea. Ma cosa cambia per noi viaggiatori?

Il mio primo consiglio è: fatevi il passaporto, se ancora non l’avete, perché ora sarà necessario per tutti i viaggi in Gran Bretagna e Irlanda del Nord. Secondo l’Ente Turismo Britannico fino al 1 ottobre 2021 non ci saranno grandi cambiamenti per i cittadini europei o svizzeri per viaggi di breve durata; dal 1 ottobre 2021 invece sarà necessario un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi.

Nel tuo viaggio di breve durata, se sei un cittadino dell’UE, EEA e svizzero, potrai restare nel Regno Unito per un massimo di sei mesi, entrando ed uscendo più volte ma non potrai lavorare, accedere a fondi pubblici e vivere in modo stabile. Anche per i corsi di studio sarà possibile soggiornare nel Regno Unito solo per un massimo di 30 giorni.

Nel processo di transizione che durerà fino al 2025, verrà gradualmente introdotto un visto ETA non solo per chi soggiornerà nel Regno Unito ma anche in caso di transito. Il visto dovrà essere richiesto almeno 3 giorni prima dell’arrivo in suolo inglese. Ad oggi chiaramente non ci sono ancora tutte le indicazioni ma si presume che verrà già introdotto da ottobre 2021.

Attenzione poi alle tessere sanitarie: è consigliato fare un’assicurazione di viaggio, medico-bagaglio, in modo da poter richiedere l’intervento dei soccorsi o eventualmente il rimborso delle spese sostenute perchè dal 31 dicembre 2020 non saranno più valide le tessere sanitarie emesse dalla Comunità Europea. Nel caso in cui non venisse emessa una polizza individuale, tutte le spese sostenute in caso di incidente saranno a carico del viaggiatore.

E per i bambini in età scolare? E i viaggi studio?

Ad oggi non si hanno ancora indicazioni precise su un eventuale “visto collettivo”, ma anche i bambini in età scolare dovranno avere un passaporto personale con validità di almeno 6 mesi.

I soggiorni per motivi di studio saranno possibili solo per 30 giorni consecutivi. Non sarà più possibile andare in Regno Unito per il progetto Erasmus: chi si vorrà iscrivere o vorrà fare il tipico “anno all’estero” dovrà pagare come un cittadino extra Regno Unito.

Vi terrò aggiornati appena ci saranno nuove informazioni, soprattutto per i viaggi studio e i soggiorni per le visite di istruzione. Il weekend a Londra sarà ancora possibile: l’importante sarà informarci correttamente sul sito del governo britannico e rivolgerci ad agenti di viaggio competenti.

Siti utili:
Visit Great Britain
Guida ufficiale per la sanità nel Regno Unito
Sito ufficiale Governo Britannico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...